CONOSCIAMOCI MEGLIO

Qualche informazione in più sulla mia vita , il mio percorso e le mie passioni

Biografia

Mi chiamo Paolo, ho 57 anni e sono un Fiorentino doc.

È a Firenze che sono nato e cresciuto, ed è sempre qui che mi sono laureato in legge. Dopo gli studi ho intrapreso la carriera di agente assicurativo, sono tutt’ora imprenditore.

Sono sposato con Angela e ho due figli, Irene e Vanni.

Al fianco della politica, le passioni per il calcio e per la musica. Sono stato giocatore di calcio a livello dilettantistico e successivamente ho conseguito il patentino da Allenatore di Calcio Uefa B. Ho assolto il ruolo di sub-commissario della Lega Pro nel 2015. Cuore viola, da sempre!

Un amore sconfinato per tutta la musica, in particolare per i vinili di disco music, che colleziono e ogni tanto mixo ancora. Mi piace creare tramite la musica occasioni di divertimento sano per gli altri, per questo ho dato vita a “I Love Disco“, un progetto che con il tempo è diventato un marchio leader nel settore dell’organizzazione di eventi.

Ho Firenze nel cuore, e proprio per questo nel 1994 ho deciso di dedicare l’amore per la mia città nell’attività politica che svolgo tutt’ora. Era l’alba di Forza Italia, della discesa in campo di Silvio Berlusconi e di una nuova epoca della politica italiana. Un appello a cui risposi con convinzione ed entusiasmo.

Da quel giorno a oggi, sono stati anni di grande impegno, di passione e dedizione. Tante battaglie, sempre con la schiena dritta e con la coerenza che hanno scandito ogni mio passo, e che un giorno mi hanno portato a dire un secco “No!” in faccia a Berlusconi. Perché in politica, come nella vita, la coscienza e i valori sono la cosa più importante. La storia di come andò quella volta la potete leggere in questo libro.

Nel 2013 sono entrato in Fratelli d’Italia, non riconoscendomi più nel progetto e nella linea politica del Pdl di Verdini.

Sono ancora convinto che, con onestà e competenza, la politica possa tornare ad essere nobile.
Per questo dedico il mio lavoro ai nostri ragazzi. Voglio che tornino a pensare di restare a costruire un proprio percorso a Firenze, in Toscana, in Italia.

Oggi sono Consigliere regionale.
Con qualche capello bianco in più, ma la stessa passione di sempre, al fianco dei Toscani e di tutti i cittadini onesti.