Alcol Ticket

alcol ticket

Ballo non Sballo

Due dei temi a cui tengo particolarmente sono quelli della sicurezza e della salute, soprattutto quando riguarda i nostri ragazzi. A tali questioni è legato il grave problema dell’eccessivo consumo di alcol tra i più giovani: una piaga silenziosa, ma devastante, che sta diventando un problema di carattere sociale, diffuso su scala nazionale.

In Italia si comincia a bere già a 11 anni e, sopra questa età, ci sono 4 milioni di Binge Drinkers, ovvero persone che consumano un quantitativo eccessivo di alcol di qualsiasi tipo, in un arco di tempo molto ristretto. Tradotto in parole povere, persone che bevono con l’unico obiettivo di ubriacarsi, come se fosse un gioco.

L’alcol, a oggi, è il primo fattore di rischio per la salute e, oltre ad avere conseguenze negative dal punto di vista personale, genera anche costi molto elevati che gravano sull’intera comunità.

Vi siete mai trovati in un Pronto Soccorso durante le serate del weekend? Lo troverete saturo di ricoveri dovuti ad abuso di alcolici, con code di attesa infinite che potrebbero essere evitate semplicemente mantenendo un atteggiamento responsabile quando si esce per divertirsi.

Questi disagi, il degrado per le strade, casi di aggressione ai medici, diminuzione della sicurezza, spese per gli interventi delle ambulanze e via dicendo, sono tutte a carico nostro. Sono tutte a carico della comunità, ed è un conto salato!

Costi sociali e problemi di salute, dunque, che non possono più essere ignorati.

Noi abbiamo deciso di intervenire con una proposta di legge mirata a combattere questo grave fenomeno sociale, introducendo delle misure per contrastarlo fin da subito e prevenirlo nel lungo termine. Nella proposta presentiamo tre soluzioni:

  • Introduzione dell’alcol ticket
  • Inasprimento delle sanzioni per i locali che somministrano alcolici ai minorenni
  • Reinvestimento delle risorse generate in attività di controllo e prevenzione

Soluzioni tanto semplici quanto assolutamente necessarie che, finora, hanno ispirato i Consiglieri regionali di Fratelli d’Italia di altre Regioni italiane: Lazio, Lombardia, Marche, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Puglia e Basilicata si sono infatti unite alla nostra battaglia, perché il problema non è localizzato, ma si estende da Nord a Sud e continua a crescere ogni giorno.

Se vuoi saperne di più visita il nostro sito www.alcolticket.it e segui le tappe del nostro percorso per dire basta all’abuso di alcol tra i giovani. Non possiamo continuare a fare finta di niente.