Impediremo a Rossi di trasformare la Toscana nel bengodi di immigrati e delle coop che li arricchiscono

08 Giu2018

Il Governatore Rossi continua ad usare il suo ruolo per farsi campagna elettorale e non risparmia sparate pericolose: l’ultima è quella di ampliare l’autonomia differenziata regionale alla gestione dei richiedenti asilo, un modo per trasformare la nostra regione in un centro di accoglienza a cui noi ci opporremo in ogni modo.

Costretti dai numerosi episodi di violenza e arroganza nei confronti di regole, cittadini e addirittura Forze dell’Ordine, oggi il problema della gestione “migranti” è finalmente percepito come emergenza anche dai Sindaci del Pd. A fronte delle dichiarazioni con cui il Presidente di tutti i Sindaci Toscani e primo cittadino di Prato, Biffoni e il collega di Firenze Nardella, si mostrano disponibili a collaborare col Ministro Salvini sui centri per il rimpatrio, l’uscita del Governatore appare provocatoria e fuori dalla realtà, finalizzata alla mera autopromozione del Rossi politico alla ricerca di un’identità dopo l’uscita dal Pd e il flop di MDP prima e LeU dopo.

E’ di pochi giorni fa la dichiarazione del Garante dei diritti dei detenuti che certifica un sovraffollamento di oltre il 20% di stranieri nelle carceri toscane rispetto alle altre Regioni, a testimonianza che l’accoglienza indiscriminata spesso equivale a favorire percorsi fuori dalla legalità. Ricordo peraltro che negli accordi della Conferenza Stato-Regioni del 2017 era previsto un centro di rimpatrio a regione, oggi noi di Fratelli d’Italia chiediamo al Ministro degli Interni di dotare urgentemente la Toscana della sua struttura e combattere quella vera e propria tratta umana trasformata in business dell’accoglienza, che vale oltre 4 miliardi di euro e che sicuramente ha i suoi riferimenti politici.

Sono tanti i temi su cui si può ragionare di una maggior autonomia per le regioni, ma non l’immigrazione.Finché in Toscana ci saranno Rossi e questa sinistra, è bene rimanga materia esclusiva del Governo nazionale, per questo in aula chiederò lo stralcio di questa richiesta dalla delibera di Giunta.

ALTRE NEWS

17 Giu
Verona opera nel futuro
VERONA, CONVEGNO SUL RILANCIO E PROMOZIONE DEL SISTEMA ITALIANO DELLA LIRICA. IL CASO DEL MAGGIO FIORENTINO

Oggi, sabato 17 giugno 2023, sono intervenuto  a Verona al convegno “L’OPERA NEL FUTURO” promosso dal Sottosegretario alla cultura, Gianmarco Mazzi e… Leggi Tutto

25 Set
Lezione a Firenze della Fondazione Veronesi sull'eduzcazione alla Salute
RAGAZZI E SALUTE: l’istituto dei padri Scolopi di Firenze selezionato a livello nazionale per road show della Fondazione Veronesi

  Il Senatore Paolo Marcheschi della Commissione Cultura e Istruzione del Senato, insieme a un rappresentante di Fondazione Umberto Veronesi, ha incontrato… Leggi Tutto

22 Mag
Giorgia Meloni in visita in emilia romagna nelle zone alluvionate
Maltempo: l’area di emergenza nazionale estesa anche al territorio del Mugello

Maltempo, il Governo Meloni ha dimostrato un’attenzione ed una rapidità di intervento tutt’altro che scontate. In brevissimo tempo, i cittadini e le… Leggi Tutto