Inchiesta di Marcheschi:PUTTANOPOLI,parte la caccia al corvo

24 Feb2015
Preview Articolo

 

Firenze- Il consigliere regionale del PdL Paolo Marcheschi, tra i destinatari insieme a Rossi della lettera anonima che ha sollevato, come è stato definito alla stampa nazionale, il caso della ‘puttanopoli rossa’ in Toscana, risponde in merito alle dichiarazioni di Rossi:

“Il problema – dichiara Marcheschi – non è solo il sesso in questa ‘puttanopoli rossa’, come l’ha definita la stampa nazionale. Il problema reale è quanto questo possibile sistema di puttanieri (usando il linguaggio di Rossi) sta costando alle tasche dei Toscani. La denuncia della lettera anonima è venuta, non a caso, a seguito di un dibattito sui costi di funzionamento e di personale della Giunta Regionale. Su quanti e come vengono spesi i soldi dei Toscani per amministrare una macchina di potere come questa.

Il fatto che più del 50% dei dipendenti della Giunta Regionale siano dirigenti e/o funzionari in fascia D, considerati di alta professionalità, forse non sarà un problema per Rossi, ma per i Toscani sì. Se davvero le promozioni in Giunta Regionale sono state assegnate in cambio di prestazioni sessuali – continua Marcheschi – è giusto far sapere ai cittadini toscani quanto le stanno ancora pagando. Nella vita privata ciascuno può fare quello che vuole dei propri soldi, ma quando si parla di risorse pubbliche ovviamente Rossi non si può nascondere dietro a squallide battute, ma deve rendere conto.

L’interrogazione che ho presentato sulla vicenda vuole fare luce:

– sui possibili abusi di potere dei dirigenti, sulle progressioni verticali dei dipendenti regionali e sulla relativa assegnazione delle p.o. (posizioni organizzative);

– sulla composizione e nomina delle commissioni giudicatrici dei concorsi interni, come denuncia la lettera, nella progressione verticale per il personale interno. Il controllo esterno sui decreti di nomina, infatti, non è possibile perché sono atti non soggetti a pubblicazione”.

Intanto il caso è finito in Parlamento. I parlamentari toscani hanno portato la questione in evidenza al Ministro Brunetta, presentando un’interrogazione urgente in merito.

Tratto da: http://www.primopianonotizie.com/Notizie/tabid/68/Notizia/100923113727-scandalo-in-regione-toscana/Default.aspx

ALTRE NEWS

20 Ott
Cinema, Marcheschi (Fdi): “Tagliare gli sprechi, troppe distorsioni come con il bonus 110”

“La cultura va sostenuta ma, rispetto al periodo pandemico, quando è stato giusto aiutare con maggiori finanziamenti un settore particolarmente colpito dai… Leggi Tutto

17 Giu
Verona opera nel futuro
VERONA, CONVEGNO SUL RILANCIO E PROMOZIONE DEL SISTEMA ITALIANO DELLA LIRICA. IL CASO DEL MAGGIO FIORENTINO

Oggi, sabato 17 giugno 2023, sono intervenuto  a Verona al convegno “L’OPERA NEL FUTURO” promosso dal Sottosegretario alla cultura, Gianmarco Mazzi e… Leggi Tutto

16 Mar
IL SENATO CELEBRA GIOVANNI DA VERRAZZANO: IL NAVIGATORE FIORENTINO SCOPRITORE DELLA BAIA DI NEWYORK

Quest’anno ricorrono 500 anni dalla scoperta della baia di NewYork.  In pochi sanno, che la scoperta si deve ad un nobile fiorentino,… Leggi Tutto