La scelta di Rossi dei Doctor-star non ha pagato

09 Apr2019
sanità toscana

Oltre alla fuga delle eccellenze c’è una grave perdita di credibilità del sistema sanitario toscano

Se i grandi professionisti decidono di lasciare Careggi questo significa che la Regione deve intervenire con decisione per risolvere questo vuoto di vuoto di credibilità. La scelta del Governatore Rossi di prendere “Doctor-star” non ha evidentemente pagato, e non possiamo accontentarci di alibi come quello che il prof. Giaccone, venendo dagli Stati Uniti, non si è ambientato e adattato al sistema sanitario italiano e toscano. Non si sapeva che poteva incontrare una burocrazia e una resistenza importante? Se il prof. Giaccone lo abbiamo chiamato perché era un fenomeno dell’oncologia e lui stesso ci dice che soltanto all’ospedale di Careggi l’oncologia è subalterna alla radioterapia ma allora perché lo abbiamo chiamato senza un progetto condiviso?

Ingerenze sempre più importanti da parte della politica

Quella di Giaccone è soltanto l’ultima eccellenza, in ordine di tempo, che fugge da Careggi. Negli ultimi 3-4 anni sono una ventina i medici importanti che hanno lasciato l’ospedale fiorentino a causa della riforma del 2015, che noi abbiamo sempre considerato sbagliata, e della gestione Calamai. In corsia sono divenute sempre più ingombranti le ingerenze della politica che hanno creato un sistema incancrenito in barba ai bisogni dei pazienti, che infatti sempre più numerosi stanno andando fuori regione a farsi curare. Careggi purtroppo non è più il polo di eccellenza di 5-6 anni fa, ci sono numeri impietosi a testimoniarlo. Ormai è la burocrazia che detta tempi e ritmi a Careggi, a discapito di tanti bravi medici che operano nell’ospedale fiorentino e che sono giudicati più per quanti cerotti risparmiano che per i pazienti che salvano. I burocrati mortificano le loro professionalità e la loro umanità.

ALTRE NEWS

23 Apr
Foto dello striscione di protesta contro la tramvia di campo di marte firenze
TRAMVIA CAMPO DI MARTE: cambiare progetto si può con #EikeSindaco

Questa tramvia non va bene non perché è di sinistra, ma solo perché è un progetto vecchio costoso e desertifica i quartieri…. Leggi Tutto

16 Apr
APERTURA CAMPAGNA ELETTORALE: TEATRO TUTTO ESAURITO PER EIKE SCHMIDT

Un teatro gremito ha accolto Eike Schimdt per la presentazione della sua candidatura. Tra i temi affrontati sicurezza e decoro in primis,… Leggi Tutto

15 Apr
DIFENDI IL TUO QUARTIERE: NO ALLA DESERTIFICAZIONE. GIU’ LE MANI DA CAMPO DI MARTE. CAMBIARE IL PROGETTO DELLA TRAMVIA SI PUO’

Nel 2019, quando ero in consiglio regionale, lanciai la petizione  “Difendoilmioquartiere.it” No alla desertificazione di Firenze. Oggi più che mai con forza… Leggi Tutto