Regione, affitti a peso d’oro. Spesi 5 milioni in un anno.

24 Feb2015

Da Il Giornale della Toscana del 13/08/10, pagina 3

  REGIONE, AFFITTI A PESO D’ORO. SPESI 5 MILIONI IN UN ANNO

 

Venti sedi sparse fra Firenze, altre città toscane e Roma: la locazione più cara i 5mila metri quadri in via Alderotti che costano 850mila euro 

Firenze – Venti sedi per un affitto annuale che si avvicina a 5 milioni di euro. E’ il caso della Regione Toscana che nonostante negli ultimi anni abbia portato avanti una politica di acquisto di palazzi continua a impiegare ingenti risorse per gli uffici sparsi tra Firenze, le altre città toscane e Roma: nel 2009 ha speso 4.831.749,12 euro.

Le cifre sono state fornite dagli uffici della Regione al Consiglio, su richiesta di Paolo Marcheschi consigliere del Pdl e presidente della commissione Controllo. Un quadro dettagliato delle spese sostenute dal settore Patrimonio e logistica suddivise per sede in cui la voce più importante è quella che riguarda gli affitti. I locali più “costosi” sono quelli in via Alderotti 26: 4.772 metri quadri dove lavorano oltre 180 dipendenti e che sono costati 847.561,96 di affitto annuo. Ma ci sono anche altri esempi come in quelli in viale Toscana: 3.675 metri quadri per 161 dipendenti e 714.343, 89 euro d’affitto pagato nel 2009. E via via, arrivando fino all’ufficio in via Parigi a Roma che costa 103mila euro d’affitto all’anno. Il tutto sebbene negli ultimi anni la regione abbia portato avanti, come detto, una politica di acquisto delle sedi e dismissione degli affitti (anche rispetto al 2009 alcuni contratti sarebbero in scadenza e non dovrebbero essere rinnovati) di cui, per comprendere la portata, si può fare riferimento a una nota del Consiglio dello scorso giugno successiva all’audizione in commissione Controllo della dirigente regionale Susanna Trambusti. Si legge infatti che quello della Regione è un patrimonio immobiliare “imponente inserito in un ‘piano’ lungo almeno 20 anni, che dal 2004 ad oggi ha visto acquisizioni per oltre 250 milioni – si legge. Secondo quanto riportato all’attenzione della commissione, dal 2004 sono stati acquistati 13 immobili tra cui le sedi del Consiglio regionale (Firenze – Via Cavour 2, 4 , 6, 16, 18 per un importo di circa 125 milioni), la sede della Giunta (Firenze – via di Novoli, 26 per 47,5 milioni), Palazzo Cerretani (Firenze – piazza dell’Unità, 1 per 36 milioni), Ufficio del Genio civile di Siena (quasi 4 milioni), Villa Medicea di Careggi (circa 15,5 milioni), Ospedale Luco del Mugello (quasi 2,5 milioni). A questi vanno quindi aggiunti Villa Basilewsky (20 milioni) la cui compravendita del 27 aprile scorso è sottoposta a condizione sospensiva, Villa La Quiete alle Montalve (45 milioni) per cui è stato sottoscritto un preliminare di acquisto il 22 dicembre 2008, e un immobile in località S. Piero a Quaracchi – Osmannoro (quasi 9 milioni) da destinare ad archivio e sede del Tix (l’infrastruttura telematica della Toscana), il cui preliminare di vendita porta la data del 31 luglio 2009”. Un patrimonio su cui si annunciava la volontà del presidente Marcheschi di avviare una ricognizione approfondita attraverso “visite agli immobili”, acquistati per eliminare affitti onerosi e destinati a accogliere uffici e servizi necessari a soddisfare il fabbisogno dell’ente. Una politica, quella portata avanti dalla Regione che desta comunque anche altre perplessità. Da un lato infatti, almeno fino a non troppo tempo fa, la giunta regionale confermava l’intenzione di spostarsi a castello dove doveva sorgere il nuovo centro direzionale, dall’altra portava avanti acquisti di immobili con impegni importanti per le casse pubbliche.

Tornando alle cifre sugli immobili fornite dalla Regione e scorrendo la lista delle sedi si scopre che le spese sotto il capitolo “acqua” nel 2009 solo per Palazzo Strozzi Sacrati, sede della giunta regionale, vengono quantificate in 140.317,18 euro. Una enormità che potrebbe però essere legata ai lavori di ristrutturazione che hanno interessato l’edificio per molti anni. Salta agli occhi poi il milione e 700mila euro che nel 2009 la Regione ha speso per la pulizia delle sedi. Un esborso per grandezza che viene dopo solo alle spese per gli affitti e a quelle per la manutenzione straordinaria (oltre 2 milioni di euro) e che concorre a determinare la cifra finale indicata dal settore Patrimonio e logistica per le spese di funzionamento delle sedi (che comprende anche la manutenzione ordinaria, le forniture, la vigilanza etc) ovvero 14.572.416,92 euro.       

 

ALTRE NEWS

01 Lug
sostieni fratelli d'Italia
SOSTIENI FRATELLI D’ITALIA E GIORGIA MELONI: DESTINA IL TUO 2X1000

Nella Dichiarazione dei Redditi, nella sezione “scelta per la destinazione del due per mille dell’Irpef”, scrivi C12 (codice che identifica Fratelli d’Italia) e FIRMA nello spazio… Leggi Tutto

15 Mag
Io sono Giorgia libro
IO SONO GIORGIA: le mie radici, le mie idee

“IO SONO GIORGIA: le mie radici, le mie idee” La Storia, le Idee, i Sogni della donna che vuole cambiare l’Italia Cari… Leggi Tutto

14 Gen
Per il Circolo Andrea del Sarto via Manara a Firenze, ultimatum del Comune: sgombero entro il 2 febbraio 2022″

Continua a fare notizia lo strano caso del Circolo Andrea Del Sarto di via Manara. Nonostante il buco di bilancio per il… Leggi Tutto