Case popolari “Per il Pd i condannati sotto i 5 anni sono uguali alle persone oneste”

30 Nov2018
case popolari

Ma quale giro di vite, solo annunci. La stretta promessa dal sindaco Nardella, all’indomani della tragedia del povero Duccio Dini travolto da pluripregiudicati che abitavano in case di edilizia residenziale pubblica, è stata oggi palesamente smentita dal Pd regionale in Commissione sanità. E’ stato infatti approvato un emendamento che pone come unico limite per l’assegnazione della casa popolare una condanna superiore a 5 anni di reclusione, il che equivale a non escludere nessuno, visto la maggior parte dei reati anche quelli più gravi, con le attenuanti, hanno condanne sotto i cinque anni e per di più già depenalizzati dal Governo Renzi.

Dunque anche i condannati per reati contro il patrimonio, violenza privata, furto, spaccio di stupefacenti, corruzione verso la pubblica amministrazione, truffa ai danni dello Stato, frode, omissione di soccorso, violazione di domiciliopotranno vivere in una casa di edilizia residenziale pubblica.Questo è il concetto di legalità del Pd. Il nostro emendamento, invece, che faceva riferimento al tipo di reato commesso inserendo le fattispecie di reato contro la persona, il patrimonio, Pubblica Amministrazione, la giustizia, l’ordine pubblico, è stato bocciato. E’ uno schiaffo alle persone oneste equiparate, dal Pd, ai condannati.Si salvaguardano ancora una volta i delinquenti, voltando le spalle ai toscani onesti che, beffati, rimarranno nelle graduatorie dietro a chi è stato condannato.

Bocciato anche l’emendamento “Prima gli Italiani” di Fdi, che proponeva che l’assegnazione delle case avvenisse con priorità per chi ha residenza anagrafica e lavora da almeno 10 anni in Toscana (la legge attuale prevede 5 anni) e attribuiva un punteggio crescente in base al numero di anni di residenza oltre i dieci.

ALTRE NEWS

25 Set
Lezione a Firenze della Fondazione Veronesi sull'eduzcazione alla Salute
RAGAZZI E SALUTE: l’istituto dei padri Scolopi di Firenze selezionato a livello nazionale per road show della Fondazione Veronesi

  Il Senatore Paolo Marcheschi della Commissione Cultura e Istruzione del Senato, insieme a un rappresentante di Fondazione Umberto Veronesi, ha incontrato… Leggi Tutto

27 Mag
firenze strage de gergofili
FIRENZE, 27 MAGGIO 1993: una data da non dimenticare

Tutto il nostro paese, ma in particolare la città di Firenze, non potrà mai dimenticare quella notte tra il 26 ed il… Leggi Tutto

22 Set
Firenze, Borgo San Frediano: il senatore Paolo Marcheschi in visita al Comando interregionale Italia Centro-Settentrionale della Guardia di Finanza

Oggi, il senatore Paolo Marcheschi è stato in visita presso il comando interregionale della Guardia di Finanza in San Frediano a Firenze…. Leggi Tutto