L’emendamento che inchioda Giani ed il Pd: ecco come è andata.

24 Apr2021

Il rebus dell’emendamento

Il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, deve chiarire ai Toscani il suo ruolo in questa vicenda. Deve chiarire perchè abbia messo in votazione quell’emendamento alla legge sugli scarichi idrici ( legge presentata e votata in Commissione Ambiente ben 2 mesi e mezzo prima) senza il parere del settore giuridico del Consiglio . I pm, da quanto si apprende dalla stampa, formulando il capo d’accusa di corruzione per il consigliere regionale Pieroni prima firmatario dell’emendamento,  ipotizzano che il testo sia stato non solo richiesto, ma addirittura scritto dagli stessi imprenditori privati .

Riguardando il video della seduta, si vede che  Giani,  all’epoca Presidente del Consiglio regionale, rientra in aula per condurre i lavori, poco prima che la proposta di legge venga messa in discussione. Ha letto e presentato lui stesso l’emendamento. Ed infine lo ha messo in votazione, votando a favore (vedi scheda voto qui sotto).

Il giallo della proposta di legge ‘stoppata’ in Commissione Ambiente per 2 mesi e mezzo…ma si sa c’era la pandemia.

La proposta di legge era stata votata in Commissione Ambiente ben 2 mesi e mezzo prima rispetto a quando è stata votata in aula, nella seduta del 3 marzo (vedi scheda sotto).

Prassi anomala per i lavori del Consiglio regionale. In genere alla conferenza dei lavori di programmazione si iscrivono all’aula, tutti gli atti trattati ed approvati nelle commissioni precedenti. Ma si sa c’era la pandemia!

Il Presidente Giani deve chiarire ai Toscani quanto è accaduto.  Non dimentichiamoci, che per Statuto, Il Presidente del Consiglio svolge una ruolo di garanzia nei confronti del buon andamento dell’aula e di tutta l’opposizione. Inoltre le intercettazioni telefoniche pubblicate sulla stampa che parlano di questa vicenda sono veramente imbarazzanti.

Comunque ci tengo a sottolineare che io, consigliere di Fratelli d’Italia, in quella seduta consiliare ero presente, ma quell’emendamento non l’ho votato (vedi sotto).

Le normative in materia ambientale sono molto complesse. In commissione ambiente, avevo optato per un voto di astensione, avvalorato anche dai pareri tecnici e giuridici degli uffici, ma quell’emendamento ‘tirato’ fuori all’ultimo in aula mi aveva insospettito. In più occasioni ho denunciato anomalie e strappi alle procedure: i tempi di discussione degli atti,  il cambio della scheda elettorale nella legge di manutenzione regionale, l’abuso delle leggi di manutenzione.

Ecco la prova che Giani ha votato quell’emendamento. IO NO

Presenze in consiglio regionale toscana di Marcheschi

ALTRE NEWS

19 Set
esposto mascherine
REGIONE TOSCANA: la Procura rinvia a processo i dirigenti Estar per la fornitura fantasma da 7 milioni di ventilatori polmonari. Marcheschi Fdi: Avevamo ragione noi!

Mascherine d’oro e ventilatori scomparsi: un altro brutto capitolo della Toscana Felix. Vi ricordate la mia battaglia sulle mascherine d’oro e sui… Leggi Tutto

04 Mar
NO alla Riforma del Catasto: Fratelli d’Italia vota NO alla delega fiscale al Governo

  La bocciatura dell’emendamento per stralciare la riforma del catasto dalla delega fiscale è l’ennesimo segnale che questo è un Governo a… Leggi Tutto

09 Set
Lo strano caso del Circolo SMS di Andrea del Sarto a Firenze. Il 4 Novembre lo sfratto. Esulta vittoria Fratelli d’Italia

E’ da anni che denuncio, con esposti ed accesso agli atti ai dirigenti, lo strano caso del Circolo SMS di Andrea del… Leggi Tutto