Perché i centri diurni per bambini disabili e anziani stentano a riaprire?

26 Giu2020

Perché i centri diurni per bambini disabili e anziani stentano a riaprire? Le Asl devono dare risposte alle famiglie che si ritrovano con un servizio essenziale tagliato.

I centri diurni per bambini disabili e anziani dovevano riaprire lo scorso 1° giugno e invece ad oggi stentano a riaprire. Il servizio in molti casi non c’è, le famiglie si ritrovano con un servizio essenziale tagliato e con i loro cari, bisognosi di relazioni e socialità, isolati da ambienti per loro fondamentali per lo sviluppo cognitivo.
Dopo aver scritto all’assessore Saccardi e agli uffici regionali, porterò la questione in Consiglio con una mozione urgente.
La Regione Toscana ha stanziato 3 milioni di euro per la sanificazione dei centri e con la delibera n.571 del 4 maggio 2020 aveva stabilito la riapertura delle attività dei centri semiresidenziali per persone con disabilità a partire dal 18 maggio e comunque entro il 1 giugno.  Adesso devono essere le Asl ad attivarsi con proprie delibere con cui dare attuazione alle linee guida regionali. Altro che medaglie ai direttori sanitari delle Asl, servono risposte immediate alle famiglie che temono per la salute di figli e nonni.

ALTRE NEWS

16 Apr
APERTURA CAMPAGNA ELETTORALE: TEATRO TUTTO ESAURITO PER EIKE SCHMIDT

Un teatro gremito ha accolto Eike Schimdt per la presentazione della sua candidatura. Tra i temi affrontati sicurezza e decoro in primis,… Leggi Tutto

23 Apr
Foto dello striscione di protesta contro la tramvia di campo di marte firenze
TRAMVIA CAMPO DI MARTE: cambiare progetto si può con #EikeSindaco

Questa tramvia non va bene non perché è di sinistra, ma solo perché è un progetto vecchio costoso e desertifica i quartieri…. Leggi Tutto