Regione, Asl e Comune di Prato tutelino la salute dei cittadini e l’ambiente dalle continue violazioni ambientali da parte della ditta cinese “Arte Stampa” di Prato

18 Lug2019
creaf prato

Tolleranza zero per chi viola la legge!

Il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) lo chiede con una interrogazione dopo le reiterate denunce, per le emissioni e gli sversamenti maleodoranti e malsani, da parte dei residenti della zona di via Pistoise, in località Viaccia. Arpat ha certificato tre mesi di violazioni continuative. “ Di fronte ai rischi per la salute e ai danni ambientali non possiamo di certo chiudere un occhio” sostiene Chiara La Porta, dirigente di Fratelli d’Italia sul territorio pratese
Firenze – “Con un’interrogazione chiedo alla Regione di sollecitare un intervento urgente del Noe dei carabinieri per mettere fine alle continue violazioni ambientali da parte della ditta “Arte Stampa” gestita da cinesi a Prato, in località Viaccia. Da tempo i cittadini denunciano emissioni e sversamenti maleodoranti e malsan i . E Arpat ha certificato tre mesi di violazioni continuative ed ha presentato alla regione Toscana la richiesta di sospensione dell’autorizzazione unica ambientale all’impresa. La Regione ha diffidato la ditta cinese ma non basta, servono sanzioni per il ripristino della legalità. Tolleranza zero per chi viola la legge! -dichiara il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) – Quale altra valutazione serve al sindaco di Prato per intervenire tempestivamente con un’ordinanza per tutelare l’incolumità dei cittadini? E quanto ancora dovremo aspettare l’intervento dell’Asl? ”.
“ Il primo obiettivo che abbiamo chiesto alla Regione –fa sapere Chiara La Porta, dirigente di Fratelli d’Italia sul territorio pratese– è che vengano posti in essere in tempi rapidi tutte le misure necessarie a tutelare la salute dei residenti di Viaccia, risolvendo il problema dei cattivi odori che ormai tutti sappiamo essere causati inequivocabilmente da “Arte Stampa”. Auspichiamo inoltre l’adozione dei dovuti provvedimenti per sanzionare le reiterate e continuative violazioni alle prescrizioni autorizzative perpetrate dall’impresa a conduzione cinese. Di fronte ai rischi per la salute e ai danni ambientali, non ancora quantificabili, non possiamo di certo chiudere un occhio”.

ALTRE NEWS

19 Ott
SPORT, MARCHESCHI (FDI): CALCIO VA RIFORMATO, SCOMMESSE SOLO PUNTA ICEBERG DI UN SISTEMA CHE NON FUNZIONA

“Il calcio italiano ha necessariamente bisogno di un’opera autoriformatrice e il fenomeno delle scommesse rappresenta solo la punta di iceberg di un… Leggi Tutto

21 Giu
Emergenza metereologica frane
DECRETO EMERGENZA FRANE ED ALLUVIONE: la Regione Toscana esclude San Godenzo. Il caso in Parlamento

Il Sindaco di San Godenzo è’ stato audito durante le audizioni alla Camera in commissione ambiente nell’ambito dell’esame del decreto sugli interventi… Leggi Tutto

22 Mag
Giorgia Meloni in visita in emilia romagna nelle zone alluvionate
Maltempo: l’area di emergenza nazionale estesa anche al territorio del Mugello

Maltempo, il Governo Meloni ha dimostrato un’attenzione ed una rapidità di intervento tutt’altro che scontate. In brevissimo tempo, i cittadini e le… Leggi Tutto